Seleziona una pagina
Stai organizzando anche tu il Campo Estivo?
Eh dimmi: vorresti avere più bimbi di quelli che tu possa riuscire a gestire sarebbe un gran bel problema.
Intendo, uno di quei problemi che molti titolari di aree gioco preferirebbero avere.

E’ così.
L’obiettivo di questo articolo è quello di regalarti questo piacevole “problema”.

Ormai sono un po’ di giorni che vedo locandine su Facebook che parlano di Campo Estivo.
Sia locandine di miei clienti che di titolari di aree gioco che conosco vagamente.

E in tutte queste locandine noto molteplici errori che vengono compiuti. Errori compiuti più per mancanza di conoscenze che per altro.

Così mi è venuto in mente di offrire un contributo in merito.

Come ottenere più abbonamenti e bimbi per il Campo Estivo?

Ecco la risposta.
Anzitutto complimenti, perché se hai pensato che sia una buona iniziativa quella del CAMPO ESTIVO ci hai visto giusto.

Infatti, a meno che tu non abbia un locale o una ludoteca con un’area esterna che sia accogliente e possa invogliare i bimbi e i loro genitori, con l’estate potresti avere seri problemi a lavorare nella tua area giochi.

In questi casi l’idea del Campo Estivo diviene un obbligo.
Pensa un attimo… la scuola finisce e i genitori hanno la necessità di trovare qualcuno che tenga cura dei loro piccoli mentre sono al lavoro.

Che gli tenga cura e che li faccia cimentare con attività interessanti. Sia educative che divertenti.

Il CAMPO ESTIVO è la soluzione ideale.

Ma come facciamo a farci scegliere a discapito di un tuo concorrente diretto?

Vediamo 2 diverse strategie che possono essere applicate.

  • STRATEGIA PUBBLICITARIA DIRETTA: ti occupi di pubblicizzare direttamente le opzioni da te proposte del CAMPO ESTIVO
  • STRATEGIA PUBBLICITARIA (in)DIRETTA: pubblicizzi non il CAMPO ESTIVO direttamente, pubblicizzi un evento (una festa) nella tua ludoteca in cui promuoverai il CAMPO ESTIVO da te organizzato.

Ecco il dettaglio e l’applicazione pratica delle 2 strategie.

STRATEGIA DIRETTA

In questo caso avrai bisogno di un’offerta chiara da formulare, uno o più canali pubblicitari dove presentare la tua offerta e il materiale pubblicitario da creare utile allo scopo.

OFFERTA

Questo è un aspetto critico. Cosa offrire e con quali condizioni?

Non ti darò consigli in merito ai prezzi e a che tipo di servizi offrire, quello lo valuterai tu in base al Paese dove operi con la tua ludoteca e in base alla tua clientela odierna.

Vediamo però come puoi organizzare meglio la tua offerta.
Su Facebook o in giro per le strade del Paese mi capita spesso di osservare locandine e volantini che hanno in alcuni casi un’offerta formulata con una certa cura, in altri solo un invito al contatto presso la ludoteca per maggiori informazioni.

Per lo più si tratta di materiale promozionale con carattere puramente descrittivo.

“Facciamo questo, quest’altro e quel altro in cambio di prezzo Y”

Se anche tu crei dei volantini del genere cerca di rimanere concentrato e leggi attentamente, così che tu possa migliorare la tua comunicazione.

Anzitutto quello che quasi mai noto è una scadenza.

E’ importante creare a fianco ad ogni offerta, un senso di urgenza. Siamo così presi da tante cose nella vita che è normale rimandare o procrastinare le decisioni al domani.

E come sai bene anche tu “il domani” non arriva mai.
Devi dare fretta ai tuoi potenziali clienti.

Hai già un limite di tempo oltre il quale non accetti più iscrizioni al CAMPO ESTIVO?
Ottimo, è già un inizio.

Ma cerchiamo di migliorare ancora.
Puoi anche pensare di creare una scadenza grazie ad uno sconto che incentivi l’iscrizione.

ESEMPIO:

  • “Se iscrivi tuo figlio entro il 25 maggio otterrai uno sconto del 30% sul campo estivo”

Oppure potresti organizzare diversamente l’urgenza:

  • “Il prezzo è di XXX€ per gli iscritti entro il 25 maggio. Oltre quella data il prezzo aumenta a XXX+Y€. Non farti sfuggire il prezzo di favore, prenota ora!”

Quando ti occupi di creare i pacchetti di offerte ti consiglio di non dare così tante scelte.

Troppe scelte portano a tanta confusione e tanta confusione porta ad una NON SCELTA.
Cerchiamo di evitarlo.

Io ti consiglierei di creare un pacchetto con offerta settimanale ed uno con offerta mensile.
Abbonamenti settimanali o mensili al CAMPO ESTIVO.

Evita quelli giornalieri. Non sei mica una baby-sitter.
Gli abbonamenti possono essere con opzione servizio merenda e pranzo o senza. Oppure puoi scegliere altra opzione, ma non creare eccessive opzioni.

Devono sempre utili al potenziale cliente, ma non così tante da creare la cosiddetta “paralisi da analisi” (si tratta del processo mentale che ci porta ad analizzare così tante scelte, e confrontarle tra loro, che ci porta a non scegliere per paura di fare la scelta sbagliata).

TESTIMONIANZE

Hai già creato un campo scuola lo scorso anno?
Bene, perché non chiedi le testimonianze positive dei genitori dei tuoi piccoli clienti?

Questo ti aiuterebbe ad acquisire più credibilità agli occhi dei tuoi nuovi clienti.
Magari ci saranno amici dei tuoi clienti che guardano il tuo annuncio pubblicitario, e guardando la testimonianza positiva potrebbero decidere di portare al tuo CAMPO ESTIVO il loro piccolino.

In genere delle testimonianze a tuo favore sono sempre più utili rispetto al non averne.
E se non avessi mai creato un CAMPO ESTIVO prima d’ora?

Dove potresti prendere queste testimonianze positive? Potresti chiedere ai clienti della tua ludoteca del periodo invernale.
Potresti chiedere ai genitori dei bimbi che frequentano spesso la tua area giochi.

Perché stanno scegliendo te e non un tuo concorrente diretto? La risposta offrirebbe la giusta credibilità per la tua offerta.
E’ sempre una testimonianza utile anche se non esattamente corrispondente al offerta presentata.

Ricorda che se le qualità della tua offerta sono espresse solo da te, sono “chiacchiere da venditore”, mentre se sono avvalorate da altre persone esterne, iniziano ad acquisire un valore diverso.

BONUS AGGIUNTIVI

Un altro aspetto che ha un duplice vantaggio sono dei bonus aggiuntivi che puoi inserire nella tua offerta principale del CAMPO ESTIVO.

Ad esempio, potresti offrire in aggiunta uno sconto per un certo numero di ingressi invernali nella tua struttura o uno sconto per una futura festa di compleanno.

Quale sarebbe il duplice vantaggio in questo caso?

  • Da un lato stai creando vantaggi aggiuntivi alla tua offerta del campo estivo. Quindi migliori la possibilità che il potenziale cliente scelga te.
  • Dal altro lato stai ottenendo nuovi clienti, oppure otterrai in inverno il ritorno dei tuoi già clienti. Lo ottieni con mesi di anticipo.

Questo per te significa nuovi clienti da settembre (o clienti confermati) e un incasso immediato molto probabile.

COMUNICAZIONE (trasmettere emozione e utilità)

Ora, è probabile che i tuoi clienti appena vedano il tuo materiale pubblicitario descrittivo dell’offerta siano subito interessati.

Ma è anche possibile che molti non sentano appieno l’esigenza di portare il proprio piccolino (o la piccolina) ad un CAMPO ESTIVO.

Per raggiungere il nostro obiettivo (il fatto che tu possa avere più bambini di quelli che riesci a gestire), devi cercare di far capire bene ai genitori quali vantaggi offre un campo estivo creato da te.

  • “La scuola sta per finire e non sai a chi affidare il tuo piccolo campione o la tua piccola principessa? Scegli il Campo Estivo organizzato da [TUO NOME] perché… (e qui dovresti indicare i motivi per cui scegliere te)”

Oppure potresti scegliere un approccio più profondo.

  • “Hai già pensato a chi si occuperà del tuo piccolino appena finisce la scuola? Tu sei sempre impegnato a lavoro e vorresti scegliere un luogo che sia per lui sia divertente che motivo di crescita… il CAMPO ESTIVO deve essere la tua scelta. Alleggerisciti di stress e pensieri inutili e scegli la nostra proposta estiva.”

Come vedi queste sono opzioni create qui in maniera improvvisa.
Tu potresti fare molto meglio se ti prendi del tempo.

Ovviamente ogni messaggio deve essere caratterizzato dal tipo di servizio che puoi offrire e quale tipo di cliente vuoi intercettare.

Esistono molteplici motivi per cui un genitore possa lasciare un figlio ad un CAMPO ESTIVO. Il tuo compito è anzitutto capire quali sono i motivi principali e comunicarli al interno del tuo materiale pubblicitario.

Ma ricorda bene questo.
Non scrivere materiale pubblicitario solo descrittivo dell’offerta vera e propria.

Utilizza parole utili che possano collegarsi allo stato d’animo del lettore e che spieghino l’utilità della tua offerta.

CANALE PUBBLICITARI

I classici canali pubblicitari consigliati sono 2:

  1. Volantino cartaceo
  2. Facebook

VOLANTINO CARTACEO

Il volantino è un materiale che deve essere prima creato e poi ben distribuito. Lasciare il volantino in giro e metterli sui tergicristalli delle auto è antipatico.

Lasciarlo nei negozi attorno al centro del Paese rischia di essere un lavoro senza (o con pochi) risultati. Sarebbe meglio lasciare il materiale ai tuoi amici, parenti e clienti più affezionati e chiedere di consegnarlo a genitori.

Altro aspetto interessante potrebbe essere la partnership con negozi in tema. Cioè luoghi dove i genitori vanno assieme ai loro piccoli per acquistargli qualcosa. Altra strategia interessante potrebbe essere quella di posizionarsi al uscita delle scuole.

Oppure all’uscita delle scuole di calcio o di danza. E consegnare il volantino ad ogni genitore con bambino al seguito.
Magari potresti farlo consegnando anche un piccolo omaggio al piccolino.

Se vuoi creare un volantino che attira i tuoi piccoli (nuovi) clienti come una calamita in maniera semplice e professionale…evitando gli errori più comuni ed ottenere i risultati senza perdere tempo e soldi, ti consiglio di prendere il manuale del Volantino Magnetico da qui.

CAPITOLO FACEBOOK

E’ possibile che tu utilizzi Facebook senza utilizzare lo strumento pubblicitario delle Inserzioni Facebook.

Considera che se pubblichi qualcosa sulla pagina della tua attività lo vedranno solo i tuoi fan, e neppure tutti. Anzi, proprio quest’anno, Facebook fa una comunicazione ufficiale; le pagine raggiungono in media il 16% dei propri fan.

Questo se non utilizzi il sistema pubblicitario di Facebook (appunto le Inserzioni Facebook, citate in precedenza).

Inoltre devi considerare che lo strumento pubblicitario di Facebook è interessantissimo perché ti fa pubblicizzare la tua offerta del CAMPO ESTIVO solo nel Paese (o nei Paesi) da te indicati ed alle persone con determinate caratteristiche (esempio, coppie con figli).

Possibile che questo sia un canale che non sai usare alla perfezione, ma che potrebbe portarti notevoli vantaggi. Inoltre è possibile anche creare degli eventi veri e propri su Facebook e pubblicizzarli con lo stesso sistema sopra descritto.

Bene, ora ti ho descritto come potresti promuovere il tuo CAMPO ESTIVO in maniera diretta.
Ma come farlo in maniera indiretta???

Tranquillo, non ho intenzione di riscriverti un papiro. Valgono quasi tutti i dettagli indicati nel caso di pubblicità diretta, cambia un semplice approccio.

STRATEGIA (in)DIRETTA

Te lo confesso, questa è la strategia che io preferisco.

Ti spiego in cosa consiste.
Se prima ti occupavi di pubblicizzare direttamente il CAMPO ESTIVO, ora ti consiglio di pubblicizzare direttamente un evento, una festa che rappresenta l’inizio della stagione estiva alle porte o la fine della scuola.

Scegli tu il tema.
Potrebbe essere un evento che ospiti all’interno della tua area giochi e in cui inviti grandi e piccoli (genitori e bambini).
Quindi organizza la festa così che ci sia da divertirsi per entrambi i target di clienti.

L’obiettivo è far divertire entrambi alla festa e proporgli direttamente le offerte del tuo CAMPO ESTIVO. Si, proporle lì durante la festa.

L’evento deve essere pubblicizzato a un prezzo basso, tipo 7-8€ ed offrire divertimento e cibo.

Durante quella festa avrai un contatto diretto con coloro che potranno essere i clienti del tuo CAMPO ESTIVO. Sarebbe molto più semplice venderlo con 2 vantaggi:

  • Hai un contatto diretto con i potenziali clienti del CAMPO, che ispira fiducia anche a chi non ti conosce
  • I clienti potranno testare dal vivo come ti comporti, con loro e con i loro piccolini.

Quindi utilizza tutti i consigli offerti per la pubblicità diretta per pubblicizzare questo evento, e poi promuovilo. Non indugiare.

L’idea sarebbe di fare al interno della festa un’offerta valida solo per poco tempo. Cioè valida SOLO per i partecipanti al evento e puoi offrire fino ad un massimo di 7 giorni per prendere la decisione.

Quest’ultimo è il tipo di approccio che io preferisco. La pubblicità del campo estivo indiretta.

Tu, quale tipo di approccio preferisci?

Non dimenticare che potresti scegliere di promuovere entrambe le maniere sopra descritte. Il limite è rappresentato solo dalla tua dinamicità, la tua motivazione e la tua inventiva.

Al successo del tuo CAMPO ESTIVO
dal partner preferito delle ludoteche è tutto!

Pin It on Pinterest

Share This